Roma, (askanews) - Stati Uniti, Carolina del Sud: davanti al parlamento locale di Columbus è stata ammainata la controversa bandiera dei confederati, emblema dei soldati del Sud sconfitti durante la Guerra di Secessione che portò all'abolizione della schiavitù. Il vessillo è un simbolo di razzismo agli occhi degli afroamericani e dei cittadini liberal. La cerimonia si è svolta davanti a una folla festante e alla governatrice dello Stato, Nikki Haley. La decisione era stata presa dal parlamento locale di questo Stato del sud est degli Stati Uniti, tre settimane dopo il massacro di Charleston, dove un giovane suprematista bianco ha sparato sui fedeli durante una cerimonia in una chiesa nera brandendo la contestata bandiera.