Roma, (askanews) - Favorire il dialogo e l'incontro con una corretta informazione sui temi dell'immigrazione. E' uno degli obiettivi della campagna, presentata a Roma, "Accendi la mente, spegni i pregiudizi", tra le iniziative di sensibilizzazione promosse dall Unar - Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della presidenza del Consiglio, in collaborazione con Anci e Miur, nell ambito della "XI Settimana d azione contro il razzismo" in programma dal 16 al 22 marzo. Ad accendersi e spegnersi, come lo slogan della campagna, sono i diritti e le discriminazioni. L invito è ad accendere la mente per aprirsi all altro, imparare a conoscersi per superare paure e pregiudizi che causano discriminazioni e violenze.Per Marco De Giorgi, direttore generale Unar, i casi di razzismo sono in aumento."Abbiamo un aumento del 20% di denunce e segnalazioni ricevute dal nostro ufficio per cui da 1300 casi siamo arrivati a oltre 1500 casi di discriminazione istruiti dall'Unar. La frontiera più difficile da affrontare è il razzismo online, su blog, social network, chat c'è un pullulare di discorsi di odio razziale nei confronti dei rom, degli immigrati. L'obiettivo della campagna è educare anche all'uso consapevole di internet".Ad aderire alla campagna, anche l Associazione italiana calciatori, Simone Perrotta:"Noi come Assocalciatori, insieme anche ai nostri associati, quindi ai calciatori, siamo veramente felici di poterci unire a questa iniziativa perché è da sempre che i calciatori hanno quasi settimanalmente a che fare, chi direttamente e chi no, con situazione di discriminazione quindi poter dare un segnale per noi diventa molto importante".