Roma, (askanews) - I palazzi Marini della Camera dei deputati saranno sgomberati a partire dal 17 novembre alle 8 del mattino. E i dipendenti che lavorano in appalto per la Camera dei deputati protestano. Disagi e l'interruzione di un convegno hanno accolto la notizia che la società proprietaria Milano 90, dell'imprenditore romano Sergio Scarpellini, dopo 15 anni di contratti d'affitto milionari con Montecitorio, ha licenziato centinaia di lavoratori.Gli ospiti di un convegno dedicato ai pagamenti elettronici sono dovuti andare a ritirare le giacche lasciate in guardaroba perché il 'servizio' non era più garantito.La Camera ha deciso lo sgombero dei palazzi situati fra piazza San Silvestro, via del Pozzetto e via del Tritone entro il 22 gennaio 2015. La presidente della Camera, Laura Boldrini, si è impegnata a trovare 'possibili soluzioni' per i 400 lavoratori che hanno ricevuto la lettera di licenziamento.