Milano (askanews) - "Tra me e Giovanni Spadolini si stabilì immediatamente una collaborazione senza ombre e senza alcun limite di schiettezza e solidarietà".Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, partecipa in collegamento video dal Quirinale all'incontro "Giovanni Spadolini a 20 anni dalla scomparsa", nell'aula magna dell'Università Bocconi di Milano. L'Ateneo ricorda il suo storico presidente attraverso le parole e i racconti di chi lo conosceva bene: come il Capo dello Stato, presidente della Camera mentre Spadolini lo era del Senato, nel biennio 1992-1994, periodo molto difficile per l'Italia."Il senso della Costituzione e delle istituzioni come perno intorno al quale far ruotare ogni impegno pubblico e ogni scelta politica, questo ci univa".Alla Bocconi c'era anche l'attuale presidente del Senato, Piero Grasso. "Il mio ricordo di un grande intellettuale, una persona che lo Stato e il popolo italiano devono continuare a ricordare perchè ha dato molto al nostro Paese. Già aveva anticipato la necessità delle riforme ai suoi tempi e penso abbia intravisto l'attualità della situazione che ci troviamo ad affrontare".Mario Monti, che di Spadolini ha ereditato il posto di presidente della Bocconi, ha sottolineato due caratteristiche tipiche dell'uomo politico scomparso: la totale autonomia da ogni potere e il forte europeismo, che ha fatto dell'Università Bocconi "un punto di collegamento naturale con l'Europa".