Roma (TMNews) - Le forze curde che difendono la città di Kobane in Siria cominciano ad essere ottimisti sulla possibilità di respingere gli attacchi dell'Isis. Tre cargo C 130 americani hanno paracadutato carichi di armi ai peshmerga, e la Turchia ha annunciato che aiuterà le forze curdo irachene a unirsi alla battaglia.Mahmoud Kalo, avvocato e membro del consiglio nazionale curdo a Kobane, spiega che 21 carichi sono stati paracadutati in un posto detto Gula. Contenevano armi leggere e medie e un po' di materiale medico.La Turchia da parte sua ha annunciato con il Ministro degli esteri Mevlut Cavusoglu "Stiamo aiutando i peshmerga ad arrivare a Kobane. Non abbiamo mai desiderato che Kobane cadesse".I curdi di Kobane però estano diffidenti. Finora la Turchia si era opposta alle richieste di aprire un corridoio di transito per far arrivare in Siria dall'Iraq armi e rinforzi.E Idriss Nassan, portavoce dei combattenti curdi, spiega il suo punto di vista:"La Turchia", dice, "è un membro della comunità internazionale ed è obbligata a consentire il passaggio sul suo territorio. Ma non è a favore di una amministrazione democratica autonoma a Kobane".