Roma, (TMNews) - La Barcolana a Trieste: la 46 edizione della mega regata di vela quest'anno ha cercato più che mai di coinvolgere la città. Quasi 1.900 barche ed i loro equipaggi si sono infiltrati nella vita quotidiana mentre i cittadini, i terragnoli, hanno potuto partecipare in diretta alla vita di bordo tra brindisi e preparativi degli equipaggi, assistendo alle regate i cui percorsi sono stati spostati dal Golfo fin sotto i moli del porto.Tra il concerto di Jack Savoretti ed Elisa in Piazza dell'Unità d'Italia, l'intervista ad Antonio Di Natale, attaccante dell'Udinese, o l'opportunità di un selfie con la Tina Maze, radiosa campionessa olimpica di sci alpino, l'esibizione della nuove Land Rover (uno degli sponsor dell'evento insieme a Generali, DHL, Slam e Illy ), oltre 300 mila persone hanno vagato per le Rive. Coinvolte in eventi forse un po' fuori tema ma che hanno permesso di catturare l'attenzione in favore di uno sport che solo a Trieste ha una dimensione meno d'élite che altrove.Ecco così che la combattutissima e suggestiva regata notturna disputata nel Bacino San Giusto a bordo degli Ufo 28ha inchiodato le persone sulla banchina all'ora di cena con il cartoccio di pesce fritto in mano. E poi la regata delle barche d'epoca, il kitesurf, gli Este 24, una manifestazione dopo l'altra fin sotto le bitte d'ormeggio dei moli per far conoscere la passione che si vive in mare generalmente lontano dagli occhi delle persone normali.