Montevideo, (TMNews) - Combattere il narcotraffico con la legalizzazione delle droghe leggere si sta trasformando in un vero affare per Montevideo. L Uruguay è il primo Paese al mondo ad avere legalizzato completamente il consumo di marijuana. La legge, approvata lo scorso dicembre, prevede tre forme per accedere alla sostanza, ognuna delle quali regolata da un apposito registro: I consumatori di cannabis possono acquistare "un massimo di 10 grammi la settimana", a meno di 1 dollaro al grammo, oppure possono coltivarla in casa (fino a 8 piante ciascuno) o iscriversi a un club che potrà avere fino a 40 membri e coltivare un totale di 99 piante.Il presidente José Mujica ha difeso la legge in un ottica di lotta al narcotraffico, ma ha voluto anche porre l'attenzione anche sulla qualità della sostanza. La marijuana venduta infatti sarà esclusivamente "made in Uruguay" e dovrà passare al vaglio dello Stato. Già si prevede dalla vicina Argentina o dal Brasile un boom di turisti del fumo che non dovranno più chiudersi in un coffeshop. Molti però temono che Montevideo diventerà una nuova Amsterdam a cielo aperto con notevoli rischi per la sicurezza.(immagini AFP)