Milano, (TMNews) - Il senato uruguaiano ha approvato in via definitiva la legge per la legalizzazione della marijuana. L'Uruguay di Josè "Pepe" Mijica diventa così il primo Paese al mondo ad autorizzare la produzione, la distribuzione e la vendita della cannabis sotto il controllo e la supervisione dello Stato.La nuova normativa è stata fortemente voluta dallo stesso Mujica che la ritiene uno strumento per arginare il problema del narcotraffico, per quanto sia un progetto del tutto sperimentale.La misura, che va oltre quelle introdotte in Colorado e Washington o in Olanda e Spagna, è stata accolta con favore dagli uruguaiani che sono scesi in piazza per festeggiare."Ora abbiamo un nuovo diritto, una nuova decisione da prendere -dice questo ragazzo - possiamo consumarla o meno. Dipende da noi""Credo che bisogna mettere in rilievo l'essere umano non la sostanza, un uomo che sta bene con se stesso non rischia di diventare dipendente da qualcosa".In base alla nuova legge, che entrerà in vigore nel 2014 dopo le verifiche di costituzionalità, i consumatori maggiorenni potranno coltivare fino a sei piante a testa o acquistare fino 40 grammi di marijuana al mese da coltivatori o infarmacia. Dovranno comunque registrarsi presso gli sportelli del governo.(Immagini Afp)