Bruxelles (askanews) - Allerta massima in tutta Europa per il pericolo rappresentato dal terrorismo islamico. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato all'unanimità una risoluzione anti-terrorismo presentata dalla Francia sulla scia degli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi. Il testo non rappresenta un'autorizzazione all'azione militare, ma chiede a tutti gli Stati membri di usare qualunque mezzo e raddoppiare e coordinare gli sforzi per prevenire e sopprimere atti terroristici commessi dall'Isis.Cresce intanto la tensione in Belgio che ha elevato al massimo il suo livello di allerta terrorismo per la città di Bruxelles per una minaccia d'attentato "concreta e imminente".L'Organizzazione di coordinamento per l'analisi della minaccia, che dipende dal ministero dell'Interno, ha dichiarato che "dopo una nuova valutazione, il livello di allerta terrorismo passa al 4, il più grave, per la regione di Bruxelles mentre il livello 3 rimane applicato al resto del Paese". La misura giunge qualche ora dopo che un sospetto arrestato in Belgio è stato incriminato per terrorismo in legame con gli attentati di Parigi e dopo l'attacco terroristico all'hotel Radisson blue di Bamako, in Mali che ha causato 21 morti tra cui due cittadini belgi.Nella zona di Molenbeek è stato scoperto un vero e proprio arsenale di prodotti chimici ed esplosivi .A Bruxelles sono stati chiusi metropolitana, cinema, centri commerciali, grandi magazzini e sale concerti. Bloccati anche i campionati di calcio di serie A e B mentre il governo, per bocca del premier, Charles Michel, ha chiesto alla popolazione di essere "vigile e prudente" e di evitare luoghi affollati senza per questo cedere alla paura.(Immagini Afp)