Melbourne (TMNews) - Un Bob Geldof furioso si è scagliato contro i Paesi più ricchi accusandoli di essere diventati indifferenti rispetto al problema dell'Aids. Il cantante, provato nei mesi scorsi dalla morte per overdose della figlia Peaches a soli 27 anni, è tornato in pubblico più battagliero che mai e ha lanciato accuse precise dalla 20esima conferenza internazionale sull'Aids a Melbourne, in Australia."Il finanziamento necessario per eliminare finalmente questa cosa, per compiere l'ultimo passo necessario, deve arrivare. Sono un po' costernato da chi ha ridotto i finanziamenti e fra questi c'è la Francia" ha detto, aggiungendo che "se la gente morisse negli Stati Uniti, in Francia, in Germania e nel Regno Unito, ci sarebbe una pressione immensa per trovare una soluzione", Anzi, ha aggiunto, "Una parte enorme dei bilanci sarebbe consacrato alla lotta contro la malattia". Il cantante ha poi attaccato la Russia per le sue leggi contro l'omosessualità definite "un'assurdità medioevale".(Immagini Afp)