Roma, 19 mag. (askanews) - E' iniziato in Thailandia il processo a carico dell'ex primo ministro Yingluck Shinawatra, che rischia una condanna a dieci anni di prigione per corruzione. "Sono innocente. E spero che il tribunale mi renderà giustizia", ha detto l'ex premier tailandese a margine dell'udienza . Shinawatra è accusata di essere la principale responsabile di un costoso programma di sovvenzione governativa alla coltivazione del riso che, secondo i suoi detrattori, sarebbe stato viziato da corruzione.La prossima udienza è stata fissata per il 21 luglio prossimo. In attesa di questa data, Yingluck Shinawatra dovrà ottenere un permesso speciale dal tribunale ogni volta che intenderà lasciare il Paese.Numerosi analisti ritengono che il processo a Yingluck sia l'ennesimo tentativo di estromettere definitivamente dal potere la famiglia Shinawatra, che domina la scena politica tailandesedagli anni 2000. Il fratello di Yingluck, Thaksin Shinawatra, ha scelto l'esilio per evitare numerosi anni di prigione per corruzione, dopo il colpo di Stato ai suoi danni del 2006.