Roma (TMNews) - E' rientrato in Italia il boss Vincenzo Triassi considerato a capo di un'organizzazione criminale che agiva sul litorale romano. In queste immagini l'arrivo a Fiumicino dell'uomo rintracciato e arrestato grazie alla collaborazione tra la polizia italiana e quella spagnola sull'isola di Tenerife, dove stava trascorrendo un periodo di vacanza insieme alla moglie; portato in un penitenziario di Madrid, su mandato di arresto europeo, è stato poi trasferito in Italia con un volo atterrato all'aeroporto di Fiumicino.L'arresto di Triassi, detto il boss di Ostia, si inserisce all'interno di un'operazione della squadra mobile di Roma che ha portato in carcere i capi e gli affiliati appartenenti ad una vasta ed agguerrita organizzazione criminale di stampo mafioso. Le accuse a vario titolo vanno dallassociazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, usura, traffico internazionale di stupefacenti, infiltrazione nel tessuto amministrativo e corruzione. Secondo gli inquirenti Triassi era incaricato di gestire il territorio per conto della cosca Caruana-Cuntrera.