Napoli, (TMNews) - Antonio Mennetta esce dalla Questura di Napoli in manette. Finisce così la latitanza del boss della camorra 28enne considerato il capo dei cosiddetti "girati", protagonisti della seconda sanguinosa faida di Scampia scoppiata per il controllo delle piazze di spaccio e che ad oggi ha lasciato sul terreno almeno venti vittime, a cui si devono aggiungere decine di agguati.L'uomo, latitante e ricercato da settembre per associazione a delinquere e omicidio è stato trovato e arrestato dagli agenti della Squadra Mobile della Questura in collaborazione con lo Sco, in una villetta di Scafati, in provincia di Salerno. Con lui c'erano altre due persone la cui posizione è al vaglio degli inquirenti. Mennetta viene considerato responsabili dell'omicidio di Antonio Faiello che diede il via alla seconda faida di Scampia. Secondo i pentiti fu lui stesso a finire la vittima con un colpo alla testa.