Amsterdam (TMNews) - E' finalmente tornata a casa, nel porto di Amsterdam, la "Arctic Sunrise", la nave di Greenpeace che venne illegalmente sequestrata dalle autorità russe durante una protesta pacifica nel settembre 2013 contro una piattaforma petrolifera nell'Artico.La rompighiacco, che aveva lasciato il porto russo di Murmansk una decina di giorni fa, era stata sotto sequestro dal 19 settembre scorso, quando l'intero equipaggio venne arrestato. Gli Arctic30 - attivisti di Greenpeace tra cui l'italianoCristian D'Alessandro - avevano passato oltre due mesi in carcere in Russia prima di essere rilasciati in seguito a un'amnistia."Continueremo la nostra battaglia con uguale convinzione per difendere l'Artico delle compagnie petroliferi come Gazprom" spiega l'attivista Faiza Oulahsen.Arctic Sunrise, è stata danneggiata e avrà bisogno di parecchi lavori di riparazione ora prima di poter tornare a difendere la natura.(Immagini Afp)