Washington (TMNews) - "Come milioni di persone nel mondo io e mio marito siamo oltraggiati e straziati dal rapimento di oltre 200 ragazze nigeriane dai dormitori delle loro scuole nel mezzo della notte". Barack Obama ha lasciato il tradizionale discorso del sabato alla first lady per lanciare un appello per la liberazione delle ragazze che i terroristi di Boko Haram hanno annunciato di voler rivendere come schiave. "Un atto inconcepibile - ha detto Michelle Obama - con cui si vuole negare a queste ragazze il diritto di avere un'istruzione"."L'istruzione è la migliore possibilità che una ragazza abbia per sperare in un luminoso futuro, non solo per sè, ma per la propria famiglia e il proprio paese", ha proseguito, invitando a pregare per il loro ritorno e a "dare prova di una sola frazione del loro coraggio affinchè sia offerto a ogni ragazza su questo pianeta l'accesso agli studi che è un suo diritto".