Roma (TMNews) - Sarà l'anno di Matteo Renzi? Il neosegretario del partito Democratico chiede al governo Letta riforme rapide, soprattutto in materia di lavoro e di legge elettorale. Lo aveva già chiesto all'assemblea del PD che lo ha laureato segretario, una settimana dopo le primarie: una agenda alla tedesca.Ma la grande domanda è cosa farà Renzi se le riforme che continua a chiedere non arriveranno. La tentazione di dare un colpo al governo per arrivare a elezioni anticipate e candidarsi direttamente premier, secondo molti analisti, c'è. Ma la prima tappa è la candidatura già annunciata alla rielezione come sindaco di Firenze. Renzi dovrà decidere una volta per tutte entro il dieci gennaio. Se confermerà le sue intenzioni, il voto anticipato si allontanerà; difficile che si torni alle urne per le politiche con le europee del 25 maggio.Il problema resta l'impatto che un doppio incarico - sindaco e segretario - potrebbe avere sull'elettorato. E intanto il neoleader PD punterebbe almeno a un rimpasto di governo, soprattutto relativo al ministero del Lavoro, per applicare i principi di quel Job Act a cui la sua squadra sta lavorando.