Tokyo, (TMNews) - Nonostante gli sforzi la situazione a Fukushima resta "molto difficile". Gli esperti dell'Aiea, l'Agenzia internazionale sull'energia nucleare, hanno effettuato un lòungo e meticoloso sopralluogo alla centrale giapponese colpita dallo Tsunami del 2011"Il nostro team di esperti - ha detto il capo missione Carlos Lentijo - considera la situazione molto complessa e restano ancora tante sfide da vincere per assicurare la stabilità a lungo termine della centrale". I livelli di radioattività si sono certamente abbassati rispetto al marzo del 2011, ma la soglia resta alta e ancora non consente lo sversamento in mare dell'acqua stoccata nella centrale e decontaminata."Solo all'interno del porto di Fukushima si possono rintracciare livelli significativi di radioattività. Lo sversamento in mare di acqua decontaminata può essere una opzione per ribilanciare i rischi". Una opzione che trova l'ostilità dei pescatori, dei paesi limitrofi e dei gruppi ambientalisti."E' evidente - ha concluso il rappresentante dell'Onu - che in una simile eventualità la Tepco deve prendere tutte le precauzioni possibili"(immagioni Afp)