Pyongyang, (TMNews) - Il presidente di Google, Eric Schmidt arriva ai gate dell'aeroporto di Pechino pronto a imbarcarsi alla volta di Pyongyang. Un viaggio privato, così lo definiscono, insieme all'ex governatore del New Mexico, Bill Richardson in Corea del Nord, dove un cittadino americano è detenuto in attesa di giudizio."Andiamo a Pyongyang per due giorni e mezzo, possiamo recarci fuori dalla città ma vedremo quando saremo là. Questa è una missione umanitaria privata non collegata al governo degli Stati Uniti".Kenneth Bae, un americano di origini coreane detenuto in Corea del Nord in attesa di essere processato, ha chiesto aiuto a Richardson. In passato il regime di Pyongyang ha concesso il rilascio di prigionieri a delegazioni di alto profilo, come quelle guidate dall'ex presidente Usa Bill Clinton: così alcuni osservatori spiegano la presenza di Schmidt in questo viaggio. Ma il Dipartimento di Stato americano ha espresso scetticismo per questo viaggio: il momento non è dei più opportuni vista la condanna da parte dell'America e degli altri Paesi occidentali del lancio di un missile a lunga gittata da parte di Pyongyang.(immagini AFP)