Roma, (askanews) - Il 25 agosto tornano al cinema il bradipo Sid, il mammut Manny, la tigre Diego e il simpatico scoiattolo Scrat con la sua ghianda con "L'Era Glaciale: In Rotta di Collisione" quinto capitolo della fortunatissima saga iniziata nel 2002, campione d'incassi al botteghino, che oltre a divertire vuole lanciare anche un messaggio ecologista a favore dell'ambiente e della salvaguardia del Pianeta. Il nuovo film vedrà protagonista soprattutto Scrat che per inseguire la sua ghianda si spingerà nell'Universo, dove accidentalmente darà origine a una serie di eventi che minacceranno il mondo dell'Era Glaciale, costringendo i suoi amici a partire verso nuove terre esotiche dove incontreranno nuovi colorati personaggi.

A presentarlo a Roma è arrivato il regista Mike Thurmeier che ha presentato alcune scene in anteprima. "La saga dell'Era Glaciale è davvero la storia di una famiglia, parla di Manny, Sid e Diego che abbiamo conosciuto dal primo film. Da allora siamo cresciuti con questa famiglia, abbiamo visto le loro vite cambiare, hanno trovato l'amore, hanno avuto figli, quindi tutta la saga parla delle loro vite, è la storia di una famiglia".

Thurmeier, animatore, poi supervisor all'animazione e ora regista, nel 2006 ha diretto il corto "No Time for Nuts", nominato all'Oscar. E' quindi un po' il papà di Scrat.

"Scrat ha un ruolo fondamentale, diventa il protagonista, è determinante per la storia del mondo. Causerà un asteroide". Un guaio cosmico insomma.