Kailahun (askanews) - Solo poche ore dopo l'annuncio della fine dell'epidemia di Ebola in Africa da parte dell'Organizzaizone mondiale della sanità, il virus torna a fare paura. Un nuovo caso di morte sospetta, infatti, è stato registrato in Sierra Leone, Paese dichiarato già Ebola free il 7 novembre 2015.La vittima è una giovane donna la cui morte, in un villaggio nel Nord del Paese, risale ad alcuni giorni fa, anche se la notizia è arrivata solo nelle ultime ore.Le prime analisi fatte subito dopo dopo la morte della ragazza, secondo un portavoce del centro preposto ai test di verifica sull'Ebola, avrebbero dato esito positivo per la presenza del virus letale ma fonti del Ministero della Salute hanno consigliato di attendere ulteriori verifiche che saranno condotte quanto prima.Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, intervenendo sull'argomento, ha riferito che sporadici casi di Ebola potrebbero ancora verificarsi,nel corso del 2016, nell'area interessata finora dall'epidemia ma ci si aspetta, ragionevolmente, un potenziale calo graduale dei contagi nel corso del tempo.(Immagini Afp)