Ankara, (askanews) - Sono almeno 30 i morti e un centinaio i feriti della doppia esplosione che ha seminato il terrore nella piazza davanti alla stazione centrale di Ankara. Secondo fonti governative turche citate dai media locali, si sarebbe trattato di attentati suicidi.Nel pomeriggio un gruppo di sindacati e movimenti di sinistra assieme al partito filo curdo Hdp avrebbero dovuto tenere una manifestazione "per la pace e la democrazia", per protestare contro la ripresa dell'offensiva dell'esercito turco contro i separatisti del Pkk nel Sud-est della Turchia. L'attentato ha coperto di sangue le bandiere e gli striscioni.Intanto il governo turco ha dichiarato che si è trattato di un attacco terroristico. Ma la matrice dell'attentato resta incerta. Nel giugno scorso in un'analoga manifestazione a Diyarbakir poco prima delle elezioni un altro attentato aveva causato diverse vittime.Il primo novembre si svolgeranno in Turchia le elezioni politiche anticipate.