Wellington, (TMNews) - Una ne pensa cento ne fa, l'estroso Kim Dotcom, fondatore di servizi come Mega e Megaupload, ma anche cantante e DJ, si da alla politica. Ha infatti annunciato di voler fondare in Nuova Zelanda un partito per partecipare alle elezioni. Dotcom, nato in Germania con il nome di Kim Schmitz, è considerato un pirata informatico dalle autorità di Washington, ma lui tira dritto e anzi ha deciso di quotare in borsa la sua Mega, il servizio di archiviazione file simile a Dropbox e Google Drive. Ma anche questo non gli è bastato, e così ha annunciato la nascita dell'Internet Party. Il movimento è rivolto a persone che non hanno votato in precedenza o sono deluse dalla politica ma che hanno a cuore il futuro digitale, e che vogliono una società aperta, libera e giusta.Il reclutamento delle forze per il nuovo partito avverrà ovviamente in via digitale attraverso il sito ufficiale e tramite applicazioni su dispositivi mobili. Il primo obiettivo è raggiungere quota 500 membri, per registrarsi ufficialmente presso gli uffici elettorali. Dotcom però non potrà direttamente candidarsi, in quanto non ancora cittadino neozelandese.