Roma, (askanews) - Grande successo al Centrale Live del Foro Italico di Roma per il debutto di Bèllator, prestigioso circuito americano di kickboxing e mma che ha registrato il tutto esaurito incollando alla poltrona oltre 10mila spettatori. Le più grandi stelle mondiali di ring e gabbia si sono esibite in una maratona adrenalinica di 15 incontri mozzafiato che ha consacrato, ancora una volta, i protagonisti più attesi della serata, Giorgio Petròsyan e Alessio Sakàra, che hanno trionfato rispettivamente sul ring di Bellator Kickboxing 10 nei 70 kg. contro il bielorusso Chingiz Allazov (vittoria ai punti con pieno merito) e nella gabbia di Bellator MMA 203 nei 93 kg. contro il britannico Jamie Sloane, abbattuto per KO in meno di un minuto.

In Bellator Kickboxing 10 trionfo anche per Martine Michieletto, che ha superato nel prestige fight al femminile dei 56,7 kg. Gloria Peritore ai punti, mentre nel match clou valevole per il titolo mondiale dei 65,7 kg. Gabriel Varga ha sorpreso Kevin Ross con una combinazione a due mani, mandandolo ko alla prima ripresa. Grandi emozioni nella gabbia di Bellator MMA 203, dove oltre a Sakara hanno combattuto tra gli altri anche Simone La Preziosa che ha perso contro il romeno Radu Maxim (70,5 kg.) e Michele Martignoni contro Simone D Anna: il derby capitolino tra i due atleti romani è stato vinto da Martignoni per ko tecnico alla prima ripresa. Infine, nel rematch di mma valevole per la cintura mondiale dei 65,7 kg. Patricio "Pitbull" Freire ha conservato il titolo iridato contro il tedesco Daniel Weichel per split decision.