Lagos (Askanews) - Gli Stati Uniti sono pronti a fare di più per aiutare la Nigeria a combattere i militanti islamisti di Boko Haram. Lo ha detto il segretario di Stato John Kerry, arrivato a Lagos per una visita lampo nel paese sconvolto dall'avanzata degli islamisti, a meno di tre settimane dalle elezioni presidenziali."Gli Stati Uniti desiderano continuera assolutamente a sostenere l'esercito nella lotta, Boko Haram continua a uccidere un grande numero di civili innocenti" ha detto a Lagos. Kerry, che ha incontrato il presidente Goodluck Jonathan e il suo principale sfidante al voto del 14 febbraio, ha detto che Washington è "profondamente impegnata" in Nigeria.Prosegue intanto l'avanzata di Boko Haram nel Nord-Est: i miliziani islamisti hanno preso il controllo di Monguno, una città strategica dove si trova l'ultima base militare dell'esercito prima di Maiduguri, capitale dello Stato di Borno.(immagini Afp)