Roma, (TMNews) - La Russia sta ritirando i suoi soldati ammassati alla frontiera con l'Ucraina: la notizia è stata confermata dal segretario di Stato Usa, John Kerry, che ha denunciato tuttavia l'arrivo nell'est dell'Ucraina di combattenti ceceni filorussi. Kerry ha avuto un colloquio telefonico con il suo omologo russo Sergey Lavrov, al quale ha espresso preoccupazione per le infiltrazioni di questi combattenti in territorio ucraino."Le truppe che erano alla frontiera stanno indietreggiando versoMosca, non avanzano verso Kiev", ha dichiarato Kerry alla Pbs,confermando le indiscrezioni fatte trapelare dal Pentagono.D'altra parte, secondo il capo della diplomazia di Washington, "ci sono prove del fatto che dei russi stanno attraversando la frontiera". "Si tratta di personale della Cecenia, addestrato in Russia, in arrivo per partecipare agli eventi e impegnarsi nei combattimenti", ha spiegato Kerry.Secondo il portavoce della presidenza americana, Jay Carney, "iseparatisti continuano ad avere accesso ad armi sofisticate e aun'assistenza dall'esterno". Ma la Russia ha già smentito ripetutamente queste accuse.