Nusa Dua (Indonesia), (TMNews) - La Siria si sta adoperando per smaltire le armi chimiche. A riconoscerlo dal Forum di cooperazione economica dell'Asia-Pacifico sullisola di Bali è il segretario di Stato americano John Kerry. "Credo sia estremamente significativo che una settimana dopo l'approvazione della risoluzione Onu, alcune armi chimiche siano state distrutte - ha dichiarato Kerry - Credo sia merito del regime di Assad, onestamente. E' un buon inizio e noi lo accogliamo con favore".L'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) ha diffuso un comunicato in cui ha riferito che gli espertihanno cominciato a distruggere testate missilistiche, bombe ealtri ordigni. "Il processo è stato avviato a tempo di record e siamo moltograti alla Russia per la sua collaborazione e ovviamente allaSiria per il rispetto dell'accordo", ha detto Kerry al fiancodell'omologo russo Sergei Lavrov. Gli esperti dell'Opac hanno il compito di distruggere unarsenale stimato in migliaia di tonnellate, tra cui centinaia disarin. Come è previsto dalla risoluzione approvata dal Consiglio di sicurezza Onu dopo l'attacco chimico del 21 agosto scorso alle porte di Damasco.(immagini Afp)