Madrid (askanews) - Una rotta drammatica. Così il presidente della Commissioneeuropea Jean-Claude Juncker, da Madrid, ha definito la strada dei Balcani, intrapresa da tanti migranti che cercano di raggiungere il Centro e Nord Europa, passando da Serbia, Croazia, Slovenia. Per questo ha annunciato un mini summit a breve. "Ho deciso insieme agli altri di riunire domenica a Bruxelles un certo numero di Capi di Stato e di governo di Paesi lungo il cammino dei Balcani che è diventato un cammino drammatico"."Non mi piace questa Europa - ha aggiunto Juncker - questa Europa che si chiude alla speranza e alle aspettative degli altri. Invece mi piace l'Europa dei centinaia di migliaia di volontari che aiutano i rifugiati. So che non possiamo accogliere nei nostri territori tutta la miseria del mondo ma noi dobbiamo almeno guardarla, prima di agire".