Buenos Aires, (TMNews) - Juana Pergament ha 100 anni e ancora combatte perchè venga fatta luce sulla sorte dei desaparecisos. La donna è una dei simboli delle Madri di Plaza de Mayo l'associazione formata dalle madri dei dissidenti scomparsi durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983 e che da allora chiedono giustizia per i loro figli."Una cosa che sembra ingenua e semplice, questo chiediamo. Che ci venga detto dove sono i nostri figli. Ogni volta che riceviamo una risposta negativa, con maggior forza chiediamo la verità, spiega Juana. Continuiamo e continueremo a marciare per le città e per i paesi, non ci arrenderemo".Juana Pergament indossa sempre il fazzoletto bianco annodato sulla testa, che è il simbolo della protesta delle madri di Plaza de Mayo e che in origine era costituito dal primo pannolino, di tela, utilizzato per i loro figli neonati.Sono migliaia gli argentini che furono arrestati e tenuti illegalmente prigionieri dagli agenti della polizia argentina in centri clandestini di detenzione durante la cosiddetta guerra sporca della giunta militare. La maggioranza di loro è stata prima torturata ed in seguito assassinata, e fatta sparire nella più assoluta segretezza.