Palermo, (TMNews) - Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, affida alle nuove generazioni il difficile compito di traghettare il Paese fuori dallo stallo. Lo fa da Palermo dove è stato professore per un giorno degli studenti della Facoltà di Scienze della Comunicazione.Un'occasione, quella nel capoluogo siciliano, per ripercorrere i 25 anni di carriera del cantante de La mia moto che davanti a circa 5mila ragazzi ha lanciato loro la sfida per il futuro. Nel corso della sua lezione Jovanotti, che pochi anni fa si esibì il 23 maggio davanti all'albero Falcone, ha rivelato il suo personale ricordo delle stragi di mafia del 1992: "Dopo quegli attentati mi sono sentito davvero dentro il Paese, nella sua storia - ha detto - Quell'evento che ha scosso la vita dell'Italia mi ha fatto diventare grande". Prima di andar via Jovanotti, che dal prossimo 7 giugno sarà impegnato con il suo nuovo tour negli stadi, ha dato appuntamento ai giovani di Palermo per il 6 luglio, quando il suo tour farà tappa proprio nel capoluogo siciliano.