Torino, (askanews) - Si è svolta all'Innovation Park di Torino la seconda tappa del Mobility Innovation Tour, l'iniziativa articolata in cinque incontri in altrettante città italiane, nata per analizzare modelli di sviluppo sostenibile per il trasporto pubblico mettendo a confronto tutti gli attori coinvolti: istituzioni, aziende di trasporto pubblico locali e produttori di mezzi pubblici. Protagonista e main partner dell'evento Iveco Bus, brand di Cnh Industrial, gruppo leader nelle motorizzazioni a metano per il Tpl in Italia e in Europa.

"Iveco Bus è certamente partner per la mobilità sostenibile. Abbiamo il gas naturale per i servizi urbani e extraurbani con una autonomia di 600 km con la possibilità di alimentarli con il bio metano che azzera non solo gli inquinanti ma anche i gas serra completamente. E poi da oggi con il marchio specializzato per l'elettrico HeuliezBus siamo presenti anche nel comparto full electric per l'urbano", ha dichiarato Massimo Santori di Iveco Bus.

Grazie a una gamma di mezzi completa e versatile, Iveco Bus punta molto sul piano nazionale di rinnovo di mezzi pubblici reso possibile grazie al Fondo Investimenti Tpl. "Iveco Bus - ha aggiunto Santori - detiene fra il 35 e il 40% del mercato italiano. C'è una crescita delle risorse disponibili, ci sarà un incremento delle gare. Noi prevediamo un incremento complessivo degli autobus Tpl nei prossimi mesi e pensiamo di aumentare anche la nostra quota di mercato".

A Torino, ad esempio, l'obiettivo è quello di sostituire circa metà della flotta Tpl, poco meno di 500 mezzi, entro il 2019 puntando molto sul metano. "Nel nuovo bando che sarà fatto in due tranche saranno previsti ancora più autobus a metano, anche più grandi, quindi anche di 18 metri. Quello che chiederemo al Ministero è di darci aiuto e delle risorse in più anche per le infrastrutture, perché anche per infrastrutturare la città per avere dei depositi e delle ricariche sia a metano che elettriche noi abbiamo bisogno di risorse", ha dichiarato l'assessore ai Trasporti del Comune di Torino, Maria Lapietra.

Diversi i vantaggi delle motorizzazioni Gnc (gas naturale compresso o metano) prodotte da Iveco Bus: sono meno rumorose rispetto ai diesel, consentono di abbattere sensibilmente le emissioni di polveri e di ridurre del 35-40% le emissioni di NOx, mentre con il Biometano si possono ridurre di quasi il 95% le emissioni di Gas Serra. Fra i modelli di punta di Iveco Bus, l'Urbanway per le tratte urbane il Crossway per i percorsi extraurbani grazie a un autonomia di 600 km e performance paragonabili a quelle dei diesel, entrambi disponibili da subito con il Biometano.