Istanbul (askanews) - Il consolato degli Stati Uniti a Istanbul è stato attaccato da due persone armate. Poco prima un'autobomba aveva colpito una stazione di polizia. Almeno tre persone sono morte negli attacchi che hanno fatto anche dieci feriti.Le forze di sicurezza turche hanno dato il via a una vera e propria caccia all'uomo arrestando un membro del commando di assalitori che aperto il fuoco contro la sede diplomatica statunitense nel quartiere Istinye, sul Bosforo. Secondo il quotidiano Hurriyet si tratterebbe di una donna.Il primo attacco ha avuto luogo poco dopo la mezzanotte. Un'autobomba, guidata da un attentatore suicida, è esplosa davanti a una stazione di polizia sulla riva asiatica del Bosforo. Dieci persone sono rimaste ferite, tra cui tre agenti. L'attacco ha provocato la reazione della polizia e gli scontri sono proseguiti per tutta la notte. Due sospetti terroristi sono stati uccisi mentre in un conflitto a fuoco ha perso la vita anche un agente.Le ragioni degli attacchi non sono ancora note. Ma la drammatica escalation della tensione nel paese sarebbe da collegare alla campagna di bombardamenti aerei decisi dal governo Erdogan contro i miliziani dell'Isis e i ribelli indipendentisti del Pkk, il Partito dei lavoratori del Kurdistan.(Immagini Afp)