Gerusalemme (askanews) - "Se sarò eletto, non esisterà uno Stato di Palestina". Così il premier israeliano uscente Benjamin Netanyahu che alla vigilia delle elezioni tenta di strappare voti ai partiti nazionalisti.Per Netanyahu "Tutti coloro che vogliono la creazione di uno Stato palestinese e il ritiro dai Territori rendono questi territori vulnerabili agli attacchi dell'Islam estremista". Oltre alla sicurezza e allalinea dura nei confronti dei palestinesi, un altro cavallo di battaglia per Netanyahu è Gerusalemme. "Continueremo a costruire a Gerusalemme, aggiungeremo migliaia di case e nonostante tutte le pressioni, persisteremo e continueremo a sviluppare la nostra eterna capitale", ha detto.Le elezioni si annunciano dal risultato incerto ma i sondaggi finora sono stati poco favorevoli nei confronti del premier e del suo partito, il Likud.(Immagini Afp)