Roma, (TMNews) - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha disposto la distruzione della rampa di accesso che collega il Muro del Pianto alla spianata delle Moschee, a Gerusalemme, utilizzata dai non musulmani, diventata la "rampa della discordia" con le autorità giordane, garanti dei luoghi sacri musulmani a Gerusalemme."E' una costruzione che non ha ricevuto autorizzazioni e non è legale, e abbiamo deciso di farla distruggere", ha dichiarato un funzionario delle autorità israeliane.La rampa, di legno, era stata costruita nel 2004 a titolo provvisorio dopo il crollo di un precedente passaggio che permetteva ai visitatori non musulmani e ai militari israeliani il passaggio alla spianata.La decisione di smantellare la rampa è stata presa nel giorno in cui è stato annunciato un protocollo d'accordo con la Giordania, che prevede che Israele diventi il principale fornitore di gas naturale per i prossimi 15 anni. Un contratto da 15 miliardi di dollari.