Roma, (askanews) - L'esercito israeliano ha distrutto le abitazioni di due giovani palestinesi, entrambi di circa vent'anni, a Gerusalemme Est perché ritenuti responsabili della morte di quattro israeliani in due diversi episodi dell'ultimo periodo di tensioni e violenze tra palestinesi e israeliani.La casa di Alaa Abu Jamal, nel quartiere di Jabel Mukaber, è stata riempita di cemento e completamente sigillata. In un'altra zona dello stesso quartiere i militari hanno usato i martelli pneumatici per distruggere le mura dell'abitazione di Bahaa Allyan, che si trova a metà di un palazzo di tre piani.