Washington (askanews) - "L'idea che l'Occidente sia in guerra contro l'Islam è una pessima bugia".L'Isis non è l'Islam. Non ha usato mezzi termini il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama che ha parlato ai rappresentanti di 60 paesi riuniti alla Casa Bianca per un summit sull'antiterrorismo, commentando la recente escalation di violenza nei Paesi arabi da parte del sedicente califfato islamico."Questi terroristi - ha spiegato Obama - sono alla disperata ricerca di una legittimazione ma tutti noi abbiamo la responsabilità di respingere l'idea che gruppi come l'Isis reppresentino in qualche modo l'Islam perché questa è una bugia nell'interesse dei terroristi"."In Iraq e in Siria - ha detto ancora il presidente americano - la nostra colaizione di 60 Nazioni, compresi i paesi arabi - non tralascerà alcuno sforzo per combattere e distruggere l'Isis. Molti governi rafforzeranno la loro cooperazione contro il terrorismo straniero, condividendo informazioni e disturbando il posizionamento di questi miliziani in Siria e in Iraq".Gruppi terroristici come al Qaeda cercano di farsi pubblicità per reclutare giovani musulmani ma bisogna rifiutarsi di prestare il fianco alla loro propaganda. Si presentano come combattenti della guerra santa ma non sono leader religiosi, sono terroristi, ha concluso Obama che già in precedenza, in un editoriale per il Los Angeles Times, aveva sottolineato come "il terrorismo si batte solo unendo le forze e conquistando il sostegno della gente".(Immagini Afp)