Washington (TMNews) - L'assassino dei giornalisti americani James Foley e Steven Sotloff, oltre che del cooperante scozzese David Haines, decapitati in Siria dall'Esercito islamico, ha un nome. L'Fbi ha infatti annunciato di avere identificato l'uomo con accento inglese che ha ucciso i tre ostaggi, ma il Bureau ha anche fatto sapere che il suo nome non verrà diffuso. Mascherato e armato di coltello, il terrorista è diventato uno dei simboli della minaccia rappresentata dall'Isis per l'Occidente, un simbolo che l'anonimato rende ancora più spaventoso.A preoccupare non c'è però solo il decapitatore: l'antiterrorismo della Ue fa sapere che sono oltre 3mila i cittadini europei che si sono uniti agli estremisti islamici nel corso degli ultimi anni. Un numero impressionante, che alza il livello di rischio per possibili attacchi nel Vecchio continente, come ritorsione per i raid aerei sulle postazioni dell'Isis in Siria e in Iraq.