Parigi (askanews) - La Francia lancia l'allarme per il possibile sbarco di terroristi dell'Isis mischiati ai migranti che sbarcano a Lampedusa.Il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian si è detto molto preoccupato riguardo all'esplosiva situazione in Libia, in preda alla guerra civile dal settembre 2014 e satura di elementi dell'Isis, infiltrati da Siria e Iraq. "Sono lì, su quasi 300 chilometri di costa, e si stanno espandendo. Sono a 350 chilometri da Lampedusa. Quando arriverà il bel tempo nel Mediterraneo, c'è il rischio che i combattenti si mischino ai migranti. Si tratta di un rischio molto serio", ha dichiarato il ministro francese.Le Drian ha per questo ribadito che è urgente arrivare a una soluzione politica della crisi libica, per consentire alla comunità internazionale di aiutare militarmente il futuro governo di unità nazionale e impedire ai terroristi dello Stato islamico di destabilizzare il paese.Siamo consapevole del pericolo di passare da un conflitto in Siria e in Iraq, dove si iniziano ad avere riscontri positivi, a un nuovo conflitto in Libia, ha concluso il ministro. L'unica maniera per evitare una crisi devastante è contribuire a trovare l'unità politica della Libia, in modo da avere un interlocutore, credibile e concreto, ha sottolineato Le Drian.(Immagini Afp)