Ischia (TMNews) - Pace fatta a Ischia tra i sindaci dei comuni dell'isola, la Regione Campania, la Medmar che assicura i trasporti da e per la terraferma e i rappresentanti degli autotrasportatori e del settore ittico-ortofrutticolo che, per protestare contro la soppressione delle corse notturne deiu traghetti con Napoli, nei giorni scorsi avevano bloccato con i propri mezzi i porti di Ischia e Casamicciola, impedendo di fatto il rifornimento di merci e alimenti, eccezion fatta per medicinali e carburanti. Giuseppe Ferrandino, sindaco di Ischia: "Gli autostrasportatori si sono visti riconoscere la nuova istituzione di una corsa notturna, quella delle 2.30 che parte da Ischia per tornare poi alle 4 da Pozzuoli per Ischia che era quello che loro chiedevano però tutto questo è avvenuto a spese di una corsa pomeridiana. Questa sospensione della corsa da e per il Beverello in realtà ha un carattere di mera eccezionalità, in attesa che fino al 22 marzo di risolva l'intera problematica".L'accordo raggiunto ha permesso agli ischitani di rivedere gli scaffali dei supermercati pieni, dopo 3 giorni di protesta in cui iniziavano a scarseggiare prodotti freschi come latte, uova e carne.