Ramadi (askanews) - Un fossa comune con i resti di oltre 18 persone, uccise dai terroristi dell'Isis, è stata scoperta dalle forze di sicurezze irachene a Ramadi, 110 Km a ovest di Baghdad.La città è stata di recente strappata dalle truppe irachene al sedicente stato islamico che più volte, in passato, vi ha commesso atrocità e violenze di massa.Le autorità locali, infatti, ritengono che la fossa comune appena scoperta potrebbe contenere i resti di almeno 40 persone."In questa fossa abbiamo trovato i resti di numerosi agenti di polizia, di donne, bambini e anziani - ha detto il capo del reggimento d'emergenza iracheno - sono stati uccisi come in un'esecuzione e gettati qua dentro"."In questi mesi più di 190 terroristi sono stati arrestati - ha aggiunto un ufficiale - anche molte reti terroristiche sono state sgominate e sottoposte ad indagine e i miliziani hanno ammesso di aver commesso molti crimini all'interno della città".Dal 2014 l'Isis ha subito numerose perdite e non è più presente sul territorio come prima ma controlla ancora zone significative come le province di Anbar e Ninive così come vaste regioni nella vicina Siria.(Immagini Afp)