Bassora, Iraq (askanews) - Il materiale radioattivo a base di Iridium-192 che era scomparso nel sud dell'Iraq oltre tre mesi fa è stato ritrovato. Lo ha annunciato il ministero dell'Ambiente di Bagdad.La sostanza è stata ritrovata vicino al muro di una stazione di servizio a Zubeir, località nei pressi di Bassora, nell'Iraq meridionale. Le autorità irachene custodiranno il materiale sino a quando non sarà restituita al proprietario, la società turca Sgs.La notizia della scomparsa di materiale radioattivo aveva creato molto allarme in tutto il mondo, alla luce delle tensioni e dei conflitti in atto in Iraq."Avevamo ricevuto dal centro di prevenzione radioattiva del ministero dell'Ambiente la notizia della scomparsa, nel Sud del paese, di una fonte radioattiva da parte di un'azienda turca sotto contratto con la società statunitense Weatherford", ricorda Khazaal Mahdi, portavoce del governatorato di Bassora.Il materiale non poteva essere usato per costruire una bomba nucleare, ma poteva essere diffuso nell'aria utilizzando esplosivi convenzionali all'interno di una cosiddetta "bomba sporca". La sostanza faceva parte di un dispositivo utilizzato per testare parti saldate di tubi che avevano fatto registrare delle perdite.(Immagini Afp)