Tikrit (askanews) - Prosegue in Iraq la battaglia per la conquista di Tikrit. Le forze di sicurezza del governo di Bagdad si sono scontrate con i gruppi armati dell'Isis nel quartiere di Sheshen, nella parte meridionale della città. L'offensiva per riprendere il feudo dell'ex rais Saddam Hussein, la secondo città più importante irachena caduta nelle mani degli uomini di al Baghdadi verso la metà del 2014, è cominciata il 12 marzo 2015."I reparti della polizia avanzano seguendo i raid aerei della Coalizione, spiega un agente di Samarra. Su quell'edificio sono state sganciate 8 bombe mentre è stato occupato quello a fianco, dove si era trincerato un cecchino. A Dio piacendo, andremo avanti".La riconquista di Tikrit si è rivelata più dura del previsto perché gli islamisti hanno disseminato strade e case di trappole esplosive. Il che impone un'avanzata lenta e complessa per bonificare gli ordigni e limitare le perdite.L'attacco è sostenuto dagli attacchi al suolo dell'aviazione della Coalizione internazionale a guida statunitense. Washington ha però chiesto che le operazioni fossero condotte dalle forze governative irachene. Una richiesta "triangolata" per chiedere, in concreto, il ritiro delle milizie sciite coordinate e guidate dai pasdaran iraniani, sino a quel momento il nerbo principale della vittoriosa offensiva contro i gruppi armati dell'Isis.(Immagini Afp)