Washington (TMNews) - L'Iraq torna fronte bellico. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha infatti annunciato di avere dato il via libera ad attacchi aerei mirati contro le milizie jihadiste dell'Isis, che controllano diverse aeree del Paese e, contestualmente, di avere lanciato una campagna di sostegno umanitario alle minoranze perseguitate dagli islamisti. Obama, in particolare, ha sottolineato la necessità di difendere i cristiani e gli adepti dello yazidismo, un culto sincretico diffuso soprattutto nella regione di Mosul. "Quando abbiamo la possibilità unica di evitare un massacro - ha aggiunto il presidente Obama - gli Stati Uniti non possono chiudere gli occhi. Noi dobbiamo agire, con attenzione e responsabilità, per prevenire un potenziale genocidio".