Bagdad (askanews) - Sostenute dai raid di bombardamento della coalizione anti Isis guidata dagli Stati Uniti, le forze militari governative e quelle delle milizie paramilitari sciite, dopo Ramadi, stanno stringendo l'assedio anche intorno alla città di Falluja, roccaforte sunnita nella provincia di Anbar. La posizione di Falluja è importante nell'ottica della riconquista di Ramadi, il capoluogo provinciale, nelle mani dell'Isis dal 17 maggio scorso.Le forze lealiste, guidate dalle truppe d'élite dei reparti del contro-terrorismo iracheno, dopo duri scontri sono riuscite a riconquistare l'università di Ramadi, alla periferia della città, trampolino di lancio ideale per proseguire su Ramadi.In questo modo, di concerto con i raid aerei cominciati nell'estate del 2014, prosegue e s'intensifica la campagna di riconquista sia di Falluja che di Ramadi, le due città principali di questa sconfinata provincia a maggioranza sunnita, diventata uno dei centri di resistenza principali del cosiddetto Califfato di al Baghdadi.Gli Stati Uniti insieme agli alleati della coalizione internazionale hanno formato e addestrato quasi 9.000 soldati dall'inizio della controffensiva contro le posizioni tenute dall'Isis, un terzo dei quali è impiegato nella zona di Ramadi.(Immagini Afp)