Baghdad, 29 set. (TMNews) - La satira come arma contro il terrorismo. Abu Bakr al Baghdadi, sedicente califfo dello Stato Islamico, si mostra raramente in pubblico ma i telespettatori iracheni avranno la possibilità di vederlo molto più spesso sul piccolo schermo, o almeno di vedere l'attore che lo interpreta in una serie tv satirica che mira a ridicolizzarlo: si chiama "Il Califfato Immaginario" ed è prodotta dalla rete pubblica Al Iraqyia.Obbiettivo della serie, secondo il produttore Thaer Jiyad, è "sopprimere il timore che si è radicato nell'opinione pubblica"; perché "L'unica soluzione con questi gruppi fondamentalisti è guardarli in faccia,a cominciare dai loro leader".I primi trailer mostrano un Isis frutto diretto della Cia - idea assai diffusa in Iraq - e annoverano fra gli altri personaggi la notissima madre dell'emiro del Qatar, Mozah. Oltre a Joker e Dracula, non manca un cowboy americano. Poi ci sono il Califfo e la sua banda; al Califfo, dopo aver ucciso tutti gli attori, non resta che farsi saltare per aria.