Il Cairo (TMNews) - Un appello all'unità tra gli iracheni per non cedere alla pressione degli insorti jihadisti. Lo ha lanciato dal Cairo il segretario di Stato americano John Kerry, in missione diplomatica in Medio Oriente."Questo è un momento critico - ha detto Kerry - nel quale tutti dobbiamo invitare i leader iracheni a schierarsi contro il settarismo e a unirsi per formare un governo che risponda alle richieste della popolazione".Il capo della diplomazia americana ha ribadito che Washington non sostiene un partito o un leader in particolare, ma ha rifiutato le accuse di chi vede nell'atteggiamento degli Stati Uniti una delle cause del caos attuale in Iraq."Non eravamo responsabili per quanto accaduto in Libia -ha concluso John Kerry - e oggi non siamo responsabili per quello che sta accadendo in Iraq. Gli Stati Uniti hanno versato sangue e si sono impegnati per anni per garantire agli iracheni la possibilità di avere un loro governo".