Baghdad, (TMNews) - Il governo iracheno fornirà armi a tutti i cittadini che si arruoleranno come volontari per combattere i ribelli. Lo ha annunciato il primo ministro, Nouri al Maliki.Una decisione presa dopo che l'intera provincia di Ninive è caduta in mano agli insorti. Il governo ha "istituito un'unità di crisi per supervisionare il volontariato e l'armamento" dei cittadini e saluta la volontà dei cittadini e membri di tribù di arruolarsi come volontari e imbracciare le armi (...) per difendere la patria e sconfiggere il terrorismo", ha sottolineato il premier.Al Maliki ha inoltre annunciato la decisione del governo di "ristrutturare e riorganizzare" le forze di sicurezza e "ridisegnare i piani di crisi", chiedendo inoltre al parlamento di "proclamare lo stato d'emergenza".