Baghdad (TMNews) - La Baghdad che non ti aspetti: dopo un decennio di guerra e le indelebili immagini delle notti illuminate solo dai razzi e dalle esplosioni che risalgono fino ai primi anni Novanta, la capitale irachena si scopre oggi ricca di una festosa vita notturna, con la sempre maggiore diffusione di bar, ristoranti, luna park e perfino veri e propri night club. Una rinascita che sorprende l'Occidente, spesso preda di letture semplicistiche veicolate dai media, ma che gli iracheni raccontano con naturalezza. E anche sul tetto del celebre Hotel Palestine, uno dei luoghi simbolo della "guerra televisiva", ora c'è un bar che riscuote molto successo."Baghdad è meravigliosa di notte - spiega uno dei proprietari del locale - è sempre bellissima, ma di notte puoi avere anche molta privacy". "Questi - aggiunge un residente - sono giorni di sicurezza e prosperità. Negli anni scori era molto difficile uscire la sera, ma ora possiamo farlo senza alcuna paura e difficoltà".Il quadro, insomma, ora è molto diverso da quello a cui eravamo abituati e la parola "Baghdad", forse mette meno paura. "La vita ora è molto migliore di prima - conferma un altro abitante dei quartieri con maggiore movida - per anni non abbiamo potuto uscire dopo il tramonto, ma ora, grazie a Dio, possiamo tornare a vivere anche la notte". Nel futuro chi scriverà la storia dei conflitti iracheni, forse dovrà tenere conto anche di questi aspetti.