Baghdad, (TMNews) - Le stanze e le finestre dell'hotel Palestine a Baghdad sono state per anni gli occhi e la voce che hanno visto e raccontato la guerra in Iraq. Qui alloggiavano centinaia di giornalisti stranieri che hanno seguito l'attacco dell'esercito americano e inglese contro l'Iraq di Saddam Hussein. A 10 anni dall'inizio della guerra, il 20 Marzo del 2003, l'hotel è completamente ristrutturato e pronto ad accogliere turisti ma resta un simbolo di quell'epoca buia."Prima della caduta di Baghdad e dell'occupazione americana - dice Salim Buti, portavoce del Palestine - c'erano 300 media differenti qui". L'hotel è stato anche vittima di attacchi mortali, in cui hanno perso la vita diversi giornalisti."L'Iraq è un Paese sicuro - dice Fadhel Salman Hassan, manager dell'hotel - Si può passeggiare tranquillamente nelle strade. Il governo ha la situazione sotto controllo perché è importante che per l'Iraq assicurare la sicurezza".Un obiettivo ancora tutto da raggiungere come dimostra l'ennesima selva di attentati che proprio nell'anniversario dell'inizio della guerra hanno ucciso decine di persone a Baghdad e in altre città irachene.(Immagini Afp)