Baghdad (TMNews) - In Iraq l'uomo nero delle favole non è Saddam Hussein. Ma Saalua, un demone del folklore arabo citato nelle "Mille e una notte", utilizzato dai genitori per mettere paura ai bambini troppo vivaci. Grazie alla regista Fourat al-Jamil, Saalua verrà evocata ne "Le notti di Baghdad", film d'animazione in 3D che intende riportare in vita una capitale irachena antica, quasi dimenticata, sfondo di un racconto popolare a rischio di estinzione."Credo che la maggioranza degli iracheni l'abbiamo dimenticata ma quando gli parlo di lei se ne ricordano subito sorridendo perché gli rammenta l'infanzia. È questo che mi ha spinto a lanciare il progetto".Rawaa Naimi, l'attrice che le presta la voce, considera divertente interpretare vocalmente un demone."Tutti quelli che frequento adesso mi chiamano Saalua. Mi piace molto questo nome e devo dire che non mi dà nessun fastidio"."Le notti di Baghdad" dovrebbe essere completato entro la fine dell'anno ma la troupe, interamente irachena, deve fare i conti con i mezzi a disposizione in un paese ancora dilaniato dalle feroci violenze settarie. E imparare a sopportare con pazienza i black out di corrente elettrica che possono rallentare i lavori anche per diversi giorni.(Immagini Afp)