Bagdad (askanews) - Almeno 12 persone sono rimaste uccise in un attentato suicida a Bagdad, in un quartiere a nord della capitale irachena a maggioranza sciita. Altre 42 persone sono state ferite dall'esplosione.L'attacco è stato organizzato in un ristorante di una piazza molto frequentata del quartiere di Kazimiyah che ospita un santuario sciita. Si tratta del secondo attentato suicida in tre giorni a Bagdad dopo quello che ha falciato 23 persone in quartiere nel settore est della capitale irachena.La strage non è stata ancora rivendicata ma le indagini della polizia si stanno indirizzando sugli ambienti del terrorismo sunnita, egemonizzati dall'Isis, l'organizzazione islamista, presente in Siria dal 2013 e che si è impadronita di estesi territori iracheni dopo l'offensiva lanciata nel giugno 2014.La capitale irachena sembra per il momento fuori dagli obiettivi miliari dei miliziani dello Stato islamico ma sembra entrata nel mirino degli attentati suicidi.(Immagini Afp)